A 10 chilometri da Montalcino sorge una delle più belle chiese dei dintorni. Scendendo lungo le stradine costeggiate da vigne di cui non si vede la fine, ad un certo punto si apre una piccola valle dove sorge questa affascinante abazia. La sua origine si perde nella notte dei tempi quando nel 781 d.C. Carlo Magno andò a Roma in pellegrinaggio da Papa Adriano I e ricevette in regalo alcune reliquie dei Santi Sebastiano e Antimo. Durante il viaggio di ritorno scoppiò una violenta epidemia e, per ringraziare il Signore quando finì la pestilenza, fondò l’antico monastero su cui poi venne eretta l’Abbazia. Luogo insolito per un’ abazia, non in cima ad un’altura, ma in una piana quasi come fosse una pecorella smarrita dal gregge.L’ambientazione è veramente suggestiva, i colori del paesaggio cambiano di mese in mese e l’unico campanile fa a gara di altezza con un vecchio cipresso che da anni cerca di superarlo. Dal 1992 l’abbazia di Sant’Antimo è risorta grazie alla presenta di una piccola comunità di Canonici Regolari Premonstratensi che seguono la regola di Sant’Agostino. I monaci assicurano sette messe al giorno cantate in canto gregoriano come mille anni fa.

La Comunità si raduna sette volte al giorno per innalzare a Dio inni e cantici spirituali. La chiesa rimane aperta dalle 6.45 fino alle 21.00.

Tutte le funzioni sono cantate in GREGORIANO

Orari Canti Liturgici

Per la preghiera liturgica e la visita della chiesa Durante la settimana e giorni feriali   Apertura della chiesa – Mattutino 5.45 Lodi 7.00 Terza 9.00 Messa 9.15 Visita della chiesa 10.15 – 12.30 Sesta 12.45 Nona 14.45 Visita della chiesa 15.00 – 18.30 Vespro 19.00 Compieta 20.30 (21.00 a luglio – agosto) Chiusura della chiesa 21.00 (21.30 a luglio – agosto)

La domenica e giorni festivi * Vigilie 0.00 (1.00 per luglio – agosto) Lodi 7.30 Terza 9.00 Visita della chiesa 9.15 – 10.45 Messa 11.00 Sesta 12.45 Nona 14.45 Visita della chiesa 15.00 – 18.00 Vespro 18.30 segue la benedizione eucaristica Compieta 20.30 (21.00 a luglio – agosto) Chiusura della chiesa 21.00 (21.30 a luglio – agosto)

L’ingresso della chiesa è gratuito. La chiesa non può essere visitata durante le funzioni.

Durante la visita – devi osservare il silenzio. – devi vestire in modo decoroso – devi tenere spento il cellulare.

I gruppi non devono prenotare e (in particolare quelli giovanili), possono chiedere l’aiuto di un frate libero da altri impegni. Chi desidera una visita guidata può rivolgersi a custode Guido Burlando, presente in chiesa durante le ore di visita. (si può eventualmente prenotare telefonando al 3494796374).

Parti dell’abbazia che si possono sempre visitare singolarmente o in gruppo sono: – L’esterno: visibile in qualsiasi momento del giorno e della notte (l’abbazia è fornita di una suggestiva illuminazione notturna, fino alle 24.00).

L’interno: navate, deambulatorio, cripta sotto l’altare maggiore: visita limitata ad orari prestabiliti Al di fuori di questi orari si possono visitare solo le navate fino al presbiterio. Ricordiamo che la chiesa è sempre aperta per il silenzio e la preghiera dalle 5.45 alle 21.00.

Parti dell’abbazia non visitabili:

Esterne: Il chiostro (ben visibile dall’ingresso), la sala capitolare, la casa della Comunità, la biblioteca, la cripta carolingia.

Interne: la cappella carolingia (sagrestia), le tribune (matroneo)

Distanza da Fonte Bertusi: 30 km – 37 minuti in auto

Indicazioni stradali da Fonte Bertusi

GPS: +43° 0′ 1.20″, +11° 30′ 55.31″

Parcheggio a pagamento – Coordinate decimali 43.00063,11.517103