E’ una delle perle della Val d’Orcia, piccolo paesino arroccato su un’altura sormontato nella parte più alta dalla Rocca di Tentennano. Al centro del borgo si trova la piazza dedicata al pittore e scultore Lorenzo di Pietro detto Il Vecchietta, al cui centro un pozzo in travertino del 1618 e sulla quale si affaccia il Palazzo Comunale. Notevoli le chiese di Santa Maria Maddalena e dei Santi Stefano e Degna.

Il comune ha diverse piccole frazioni, anch’esse molto interessanti come Vivo d’Orcia, ai margini dei bellissimi boschi del Monte Amiata, a poca distanza dal centro è l’ Eremo del Vivo, un palazzo tardo rinascimentale progettato da Antonio da Sangallo il giovane. Questa piccola frazione è famosa per le sue sorgenti, che riforniscono di un’acqua purissima Siena e la Val di Chiana. In mezzo al bosco di faggi, una salita porta alla chiesetta dell’ Ermicciolo e ai caratteristici “ seccatoi ”, che fu il primo nucleo abitativo di Vivo d’Orcia.

Da visitare inoltre il centro storico di Campiglia d’Orcia che ha mantenuto i caratteri medievali con i suoi vicoli, scalinate e percorsi coperti. Paese rinomato per la sua famosa Sagra della Castagna.

Distanza da Fonte Bertusi: 16 km – 20 minuti

Indicazioni stradali da Fonte Bertusi

GPS: 43.003611,11.616443 (Parcheggio)

Altitudine: 540 m

Ufficio Informazioni
Castiglione d’Orcia: Informazioni Turistiche, Via San Giovanni 8, tel. 0577 888986
Campiglia d’Orcia: Pro Loco, Via Fiume 9, tel. 0577 872722

Mercato
Castiglion d’Orcia: Sabato dalle 8.00 alle 13.00
Campiglia d’Orcia: Martedì dalle 8.00 alle 13.00

Sagre e manifestazioni:
Castiglion d’Orcia: “Sagra del Crostino”, prima domenica d’agosto
Vivo d’Orcia: “Sagra del fungo e della castagna”, secondo e terzo fine settimana di Ottobre.
Campiglia d’Orcia: “Sagra del Marrone”, ultima domenica di ottobre.

Da non perdere: La Rocca di Tentennano a Castiglion d’Orcia e le Sorgenti del Vivo al Vivo d’Orcia.