Un giorno, leggendo un giornale locale, trovammo una pubblicità di un canile della zona. Nell’articolo, una cagnolona enorme cercava casa. Tutti i cani del rifugio cercavano casa, ma lei in particolar modo, vista la sua mole, aveva urgente bisogno di vivere in un posto molto più spazioso.
Andammo al rifugio, facemmo prima un giro, l’abbaiare dei cani da dietro le sbarre ci faceva veramente stare male, avremmo voluto portarli via tutti, alla fine arrivammo davanti al suo recinto e lei, felicissima e scodinzolante, si avvicinò alla rete e ci leccò le mani come se ci conoscesse da sempre.
Ci volle davvero un attimo ad aprire il cancello e a far si che diventasse una di famiglia, caricammo i suoi 80 kg (da qui il soprannome Biancona) in macchina e ce la portammo a casa.
Si ambientò subito, non una parola con i gatti e gli altri 2 cani, semplicemente amici di sempre.
Incredibile.
Lo stesso ha sempre fatto con tutti i cani dei nostri ospiti, lei se ne stava semplicemente sdraiata all’ombra e tutto il mondo poteva girare attorno a lei senza scalfirla. I gatti durante l’inverno dormivano nella sua pelliccia folta. Anche le lumache le stavano addosso come su una madre protettiva.
Il cane più buono che abbiamo mai avuto.
Purtroppo non è più con noi, quando la prendemmo era già grande, circa 5 anni, ed ha vissuto con noi altri 10 anni felici, libera e coccolata. Ci basta sapere questo.
ciao Biancona